Sei in: Home » Ricerca » Gruppi di ricerca » Gruppi di ricerca » Unità di ricerca su "Effettività della tutela giurisdizionale e rapporti civili"

Unità di ricerca su "Effettività della tutela giurisdizionale e rapporti civili"

Componenti
Prof. Giampaolo Frezza – Coordinatore – Professore ordinario LUMSA
Prof. Gabriele Carapezza Figlia - Professore ordinario LUMSA
Prof. Guido Rivosecchi - Professore ordinario LUMSA
Prof. Maurilio Felici - Professore associato LUMSA
Prof. Pietro Virgadamo - Professore associato LUMSA

Partenariati nazionali e internazionali
Universidad de Valencia (Prof. José Ramòn de Verda y Beamonte)

Obiettivi della ricerca
Il progetto di ricerca intende analizzare l’incidenza del principio di effettività della tutela giurisdizionale nei rapporti civili, con particolare riferimento alla selezione delle tecniche di protezione funzionalmente piú adeguate a rispondere alle esigenze di protezione di una situazione soggettiva lesa.
Una volta distinte le diverse accezioni del diritto fondamentale a una tutela giurisdizionale effettiva (artt. 2, 3, 24, 111 e 113 cost.; 6 e 13 cedu; 47 carta dir. fond. Un. eur.) – diritto a un «ricorso effettivo»; diritto a un «giusto processo»; diritto a un «rimedio effettivo» – l’unità di ricerca si propone di esaminare i principali profili di incidenza del principio di effettività nella scelta del «giusto rimedio», in grado di assicurare una tutela piena degli interessi giuridicamente rilevanti nell’ottica di un loro ragionevole bilanciamento.
In particolare, si intende verificare: a) l’incidenza della ragionevolezza quale parametro di valutazione della discrezionalità del legislatore nella qualificazione delle fattispecie e nella conformazione dell’apparato rimediale. Occorrerà, specialmente, indagare l’ammissibilità di disparità di trattamento tra interessi omogenei bisognosi di protezione e, in termini piú generali, quali soluzioni legislative precludano ingiustificatamente alle situazioni lese la forma di tutela maggiormente appropriata; b) se e in che misura il principio di effettività concorra non alla mera interpretazione della disciplina ordinaria di carattere processuale, ma alla stessa individuazione della normativa da applicare al caso concreto, come dimostrano i piú recenti orientamenti giurisprudenziali, i quali, da una parte, tendono a superare il tenore letterale degli enunciati legislativi, adeguandone il significato alle esigenze regolative della quaestio facti, e dall’altra, estendono in via di interpretazione sistematica, specialmente nei casi di insufficiente o deficiente previsione legislativa, l’àmbito di rimedi presenti nel tessuto dell’ordinamento; c) la casistica giurisprudenziale ove la «realisation effective» delle situazioni soggettive diviene «costituzionalmente necessaria», operando quale primario strumento esegetico della disciplina rimediale di matrice sostanziale o processuale.

Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di