Sei in: Home » Le notizie » Le notizie » Premio Maria de Unterrichter Jervolino 2019: tre premi a laureate LUMSA

Premio Maria de Unterrichter Jervolino 2019: tre premi a laureate LUMSA

Domenica 9 giugno 2019 si è tenuta presso la sede dell’Opera Nazionale Montessori (ONM) a Roma la consegna del Premio Maria de Unterrichter Jervolino – riconoscimento istituito dall’ONM per ricordare colei che ne fu presidente dal 1949 al 1975 – attributo alle migliori tesi sul pensiero e l'opera di Maria Montessori.

A consegnare il premio l’On. Rosa Russo Jervolino insieme al Prof. Benedetto Scoppola, presidente dell’ONM. Tra le quattro tesi premiate, tre sono il frutto del lavoro di ricerca di altrettante studentesse dell’Università LUMSA, laureatesi in Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi – ora Progettazione e gestione dei servizi socio-educativi e formativi –, corso di laurea che prevede il percorso Formazione Montessori per l’infanzia per il conseguimento, oltre al titolo di laurea, del diploma di specializzazione per Educatori della prima infanzia:

  • Claudia Chiavarini con la tesi Il metodo Montessori come proposta di educazione interculturale alla pace
  • Emma Perrone con la tesi Il metodo Montessori come educazione che aiuta alla vita: possibili connessioni con le soft skills del XXI secolo
  • Noemi Bauco con la tesi Oltre il nido: il metodo Montessori nei servizi educativi per caregivers e bambini tra 0 e 3 anni.

A tutte le premiate Rosa Russo Jervolino ha rivolto i suoi auguri anche ricordando le parole della madre pronunciate in occasione del ritorno di Maria Montessori in Italia quando venne accolta nel 1947 dall'Assemblea Costituente: «Il Governo di un’Italia libera richiama oggi Maria Montessori nel suo Paese, perché aiuti nell’opera di rinnovamento della nostra gioventù e della nostra scuola: dà così a questa donna, che è medico ed educatore, la possibilità di chinarsi sui nostri dolori e di aiutarci attivamente a sanarli. Ella è per noi donne italiane anche una geniale guida nei nostri nuovi compiti politici. Chi non avesse troppa fiducia nell’attiva collaborazione della donna alla vita sociale, guardi a questa donna. Attenta osservatrice degli orientamenti e sviluppi della società, Maria Montessori concilia con la sua dottrina e nella sua opera la libertà individuale e i doveri della vita sociale che sono comuni a ogni essere umano. Su questo sviluppo integrale dell'uomo ella fonda la sua indefessa opera per la pace nel mondo».

 

Pubblicato il 11/06/19 in : IN EVIDENZA
Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di