Sei in: Home » Servizi » Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento » PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento) - Palermo » Diritto e studi umanistici: nascita della scienza giuridica e conoscenza delle fonti antiche

Diritto e studi umanistici: nascita della scienza giuridica e conoscenza delle fonti antiche

Parole chiave: Fondamenti del diritto; scientia iuris; educazione giuridica; storia del diritto

Dipartimento: Giurisprudenza

Area disciplinare: Giuridica – Diritto romano – diritto privato – diritto pubblico

Obiettivi formativi: l’avvicinamento degli studenti ai temi del diritto

Descrizione del progetto
Il progetto si pone come obiettivo quello di evidenziare il trait d’union tra il diritto e gli studi classici.
La moderna cultura occidentale deve le sue caratteristiche all’assiduo studio dei classici greci e latini compiuto dagli studiosi europei dal XII al XIX secolo.
Conoscere in profondità il mondo classico, greco e latino, permette di conoscere il fondamento del nostro mondo e capirne le dinamiche che tutt’oggi lo attraversano. 

Il progetto è attivabile su richiesta anche online.

Numero massimo studenti destinatari
75 allievi (25 delle classi terze, 25 delle classi quarte, 25 delle classi quinte).

Durata del progetto  
Progetto annuale: 20 ore in presenza.

Sedi
Dipartimento Giurisprudenza – Via Filippo Parlatore, 65 Palermo
Biblioteca Facoltà Teologica di Sicilia – Corso Vittorio Emanuele, 463 Palermo
Altre Biblioteche presenti sul territorio

Periodi
Gennaio/febbraio 2021 e giugno 2021. Altro periodo da concordare con l’istituto.

Programma dettagliato delle attività
Si compone di incontri, della durata di 2 ore ca., all’interno dei quali verranno trattati temi di attualità giuridica da docenti, dottorandi e collaboratori dell’Università LUMSA, a partire dalle fonti antiche.

Gli studi classici costituiscono, infatti, un formidabile punto di partenza, non già una meta, per costruire figure di professionisti completi, aperti e sensibili ai problemi della società odierna ma che, al contempo, conoscano il grande valore del passato.

La migliore testimonianza dell’entità di questo legame ci è fornita, oltre dal lessico colto delle lingue europee, tratto quasi interamente dal greco e dal latino, dalla permeabilità del tessuto sociale da parte del diritto.

Il progetto si propone, anche mediante modalità didattica flipped classroom, la lettura e l’illustrazione di testi solitamente tradotti o comunque utilizzati nei programmi del Liceo classico, scientifico o delle scienze umane, alla luce delle esigenze e delle interpretazioni giuridiche.

In particolare, si cercherà di seguire il sorgere ed il consolidarsi, presso i Romani, di un ceto professionalmente dedito alla scientia iuris, come nessun altro popolo nell’antichità, ed il moto di produzione scientifica che consentì, con prospettiva ampia, la conceptio e la pubblicazione del Corpus iuris civilis.

Opere base saranno il De legibus e il De republica ciceroniane, e gli Ab urbe condita libri di Livio.

Saranno concordati con i docenti degli istituti superiori un numero di incontri tra i 5 e i 10 e saranno invitati colleghi e collaboratori secondo le modalità consuete, ma non precisabili al momento.

I temi programmati:

  1. Fondamenti del diritto e della legge, il ruolo della sua interpretazione (Prof. M. Felici)
  2. Il significato profondo della cittadinanza (Dott.ssa F. Tamburello)
  3. La famiglia come seminarium civitatis (Dott.ssa L. Butera)
  4. Il processo e la sua gestione: principi essenziali (Dott.ssa A. Stepkine)
  5. Le persone di fronte al contratto (Dott. F. Calcara)

Referente: Prof. Maurilio Felici (pcto@lumsa.it)


Altri Corsi di formazione

Altri Corsi di formazione

Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di