Sei in: Home » Le notizie » Palermo: svolgimento anticipato della pratica forense

Palermo: svolgimento anticipato della pratica forense

Siglata convenzione con l’Ordine degli Avvocati

In apertura del convegno “Impugnazioni e 'Riforma Orlando': logiche deflattive o di sistema?”, in programma presso la sede LUMSA di Palermo mercoledì 20 dicembre dalle ore 15.00, verrà presentata ufficialmente la Convenzione che l'Ateneo ha stipulato con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo per la “regolamentazione e la disciplina dello svolgimento del semestre di tirocinio anticipato per gli studenti del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza”.

Grazie all'accordo gli studenti di V anno in Giurisprudenza avranno la possibilità di sostenere l'esame di abilitazione alla professione forense con un anno di anticipo. L'accesso anticipato alla pratica forense è disponibile anche per gli studenti del CdL in Giurisprudenza di Roma, grazie all'accordo siglato tra la LUMSA e il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma.

Il Direttore del Dipartimento, prof. Giampaolo Frezza e il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo, avv. Francesco Greco illustreranno i contenuti della Convenzione e, in particolare, i requisiti specifici richiesti dalla stessa per accedere al tirocinio anticipato, oltre agli adempimenti da osservare per iniziare, completare e convalidare il medesimo tirocinio. L'accordo è stato siglato dalla LUMSA nella prospettiva di dare sempre maggiore continuità tra la formazione universitaria e l'inserimento nel mondo del lavoro.

In sintesi vengono riportate di seguito alcune delle specifiche della convenzione:

Lo studente di V anno del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza per accedere al semestre di tirocinio anticipato deve:

  • Aver sostenuto tutti gli esami dei 4 anni precedenti previsti dal piano degli studi
  • Aver acquisito crediti nei settori degli insegnamenti di diritto: privato, processuale civile, penale, amministrativo, costituzionale, dell’Unione europea (almeno 6 per settore)
  • Aver conseguito il voto non inferiore a 26/30mi per ciascuno di detti esami o un voto medio complessivo nell’insieme dei detti esami non inferiore ai 27/30mi.

Lo studente in possesso di questi requisiti può depositare domanda di effettuazione del tirocinio semestrale presso il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo contenente l’indicazione del nominativo di un docente tutor universitario e del nominativo del professionista presso il quale intende svolgere il periodo di pratica.. Lo studente effettuerà il periodo di pratica semestrale sulla base di un progetto formativo predisposto dal professionista. Le attività di tirocinio dovranno essere di almeno 12 ore settimanali e consentire la regolare frequenza ai corsi universitari di ultimo anno.

Terminate le attività lo studente dovrà redigere una relazione sulle attività svolta con menzione dei casi pratici affrontati che dovrà esser sottoscritta dal tutor universitario, dal tutor avvocato e dal professionista e depositata presso il Consigli dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Effettuate le verifiche il Consiglio dell’Ordine rilascerà l’attestazione di compiuto tirocinio, col quale lo studente, entro il termine perentorio di 60 giorni dovrà confermare l’iscrizione al registro dei praticanti avvocati, per validare il periodo di pratica effettuata. Validato questo periodo di pratica, lo studente LUMSA che ha conseguito la laurea in Giurisprudenza dovrà effettuare soltanto un’ulteriore anno di tirocinio prima di poter sostenere l’esame di abilitazione alla professione forense.

 

Informazioni
Segreteria Palermo

 

Pubblicato il 15/12/17 in : IN EVIDENZA

Master I Livello

Master I Livello

Altri Corsi di formazione

Altri Corsi di formazione

Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di