Sei in: Home » Eventi » I-Consent Consortium Meeting

I-Consent Consortium Meeting

lunedì 4 dicembre 2107
ore 12.00
LUMSA - Sala Giubileo
Via di Porta Castello 44 - Roma

Il 4 dicembre si terrà a Roma il II Consortium Meeting del Progetto di ricerca europea I-consent,  Improving the guidelines for Informed Consent, including vulnerable populations, under a gender perspective.

Il progetto, coordinato alla LUMSA dalla prof.ssa Laura Palazzani (ordinario di Filosofia del diritto e biogiuridica), riunisce otto unità di ricerca, in un consorzio composto da partner della sanità pubblica, del mondo accademico e clinico-ospedaliero, delle associazioni dei pazienti, dell’industria farmaceutica e dell’imprenditoria:

  • Fundación Para el Fomento de la Investigación Sanitaria y Biomedica de la Comunitat Valenciana FISABIO – Spagna
  • Ateneo Pontificio Regina Apostolorum UNESCOBIOCHAIR – Italia
  • Libera Università Maria Ss. Assunta di Roma LUMSA – Italia
  • Glaxosmithkline SA GSK – Spagna
  • Synectika Research and Consulting LTD SYNECTIKA – Regno Unito
  • Sparks & Co SPA – Francia
  • Meningitis Research Foundation MRF – Regno Unito
  • Ospedale Pediatrico Bambino Gesù OPBG - Italia

Il progetto I-consent si occupa della validazione del consenso informato per tre diversi vaccini, per poi elaborare linee guida destinate a tutti i portatori di interesse. Tenendo conto delle popolazioni vulnerabili, con particolare riguardo ai minori e alle donne, l'attenzione si focalizza in special modo sui vaccini contro il Papilloma Virus (preadolescenti e adolescenti), sui vaccini per la prevenzione della meningite (adulti) e sui vaccini contro il virus respiratorio sinciziale umano (donne in gravidanza).

Il contributo dell’unità di ricerca LUMSA si focalizza principalmente sugli aspetti etici e giuridici relativi all’acquisizione del consenso informato alla ricerca scientifica, con particolare riferimento ai problemi sollevati dall’arruolamento di donne in età fertile e minori, nonché di persone immigrate, sottolineando pertanto il tema della vulnerabilità dei soggetti, anche in relazione alla loro provenienza culturale.

Oltre alla presenza di tutti i professori e ricercatori coinvolti nel progetto, alla riunione è prevista la partecipazione del prof. Johannes JM van Delden, presidente del comitato internazionale di bioetica dell’UNESCO, e del dott. Tristan Fuller, funzionario della Commissione europea presso l’Ethics and Research Integrity Sector.

La locandina

 

Pubblicato il 01/12/17 in : IN EVIDENZA
Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di