Sei in: Home » Corsi » Docenti LUMSA » Giulia Borgna

Giulia Borgna

Docente a contratto
Sede: Roma
Dipartimento: Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue moderne
Corso di laurea: Giurisprudenza

Insegnamenti e orario di ricevimento

  • International Criminal Law


    Note: Previo appuntamento da concordare con il docente scrivendo all'indirizzo email: giuliaborgna@gmail.com
  • Curriculum Vitae

    Posizione attuale

    Docente a contratto di International Criminal Law, Università LUMSA

    Docente a contratto di Diritto internazionale, Università LUMSA (sede di Palermo), SSPL

    Avvocato e Socio fondatore - Studio legale internazionale Saccucci & Partners

    Titoli accademici

    Dottore di ricerca in diritto internazionale e diritti umani, Università degli Studi di Palermo (summa cum laude)

    Dottore in Giurisprudenza, Università LUMSA (summa cum laude)

    Periodi di studio e ricerca all’estero

    2015 – Visiting Research Fellow, Max Planck Institute for Comparative Public Law and International Law, Heidelberg (Germania)

    2014 – Visiting Research Fellow, Middlesex University, Londra (Regno Unito)

    Attività editoriali

    Giurisprudenza penale (membro del comitato di redazione)

    Diritto e Questioni Pubbliche (membro del comitato di redazione)

     

    Conoscenze linguistiche

    Inglese (professional knowledge); francese (professional knowledge); tedesco (basic knowledge)

     


    Principali pubblicazioni

    Dottrina Nyerere, dichiarazioni unilaterali di successione nei trattati e limiti temporali alla facoltà di intervento dello Stato richiedente nei procedimenti estradizionali, Rivista di diritto internazionale privato e processuale, in corso di pubblicazione.

    Cala il sipario della Corte europea sulle violenze del G8 (ma non sulla tortura in Italia), SIDI-blog, 10 novembre 2017.

    The Prohibition of Ill-Treatment and Austerity Measures in the ECHR: Are Absolute Rights Truly Absolute in Times of Economic Crisis?, Nordic Journal of International Law, in corso di pubblicazione.

    Il genocidio armeno (non) passa in giudicato: in margine al caso Perincek, Diritti umani e diritto internazionale n. 3/2015, pp. 697-704.

    L’insostenibile leggerezza del non-essere: la perdurante assenza del reato di tortura e i fatti del G8 sotto la (prevedibile) scure del giudice di Strasburgo. Prime riflessioni a margine del caso Cestaro c. Italia, Quaderni del SIDI Blog 2015, pp. 463-471.

    La prassi delle decisioni di inammissibilità della Corte europea al vaglio del Comitato ONU dei diritti umani: rischio di un cortocircuito fra i due sistemi di protezione?, Diritti umani e diritto internazionale n. 1/2015, pp. 135-150.

    Reati di durata e irretroattività della legge penale: la Corte di Strasburgo fissa i limiti all’applicazione dello jus superveniens (con A. Saccucci), Guida al diritto n. 12/2015, pp. 100-105.

    Retroattività in mitius e norme sulla prescrizione: profili critici della giurisprudenza CEDU sul regime transitorio della ex-Cirielli, Diritto penale e processo n. 8/2014, pp. 1001-1010.

    Il sistema di prevenzione istituito dal Protocollo opzionale alla Convenzione ONU contro la tortura: tassello mancante o inutile duplicazione?, Diritti umani e diritto internazionale n. 3/2013, pp. 705-726.


    Area download

    Torna su

    Area download privata

    Torna su
    Corsi di Laurea Master e Post Laurea

    Ateneo partner o membro di