Sei in: Home » Le notizie » Economy of Francesco: l’appello del Papa ai giovani economisti

Economy of Francesco: l’appello del Papa ai giovani economisti

L’Economia va rivista da chi la studia e ne può comprendere e governare le leggi, così da riportarla alla sua prima teorizzazione, quella dell’economista napoletano Antonio Genovesi, primo ad insegnarla nelle Università dal 1750, che vedeva l’agire economico al servizio del benessere dell’individuo e delle Nazioni.

Con questo intento di ripristinare una economia per l’uomo e il creato, che sia inclusiva anziché no, papa Francesco ha diffuso un invito ai giovani economisti e agli imprenditori di tutto il mondo per un incontro ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020, prendendo a modello l’esempio del “Poverello di Assisi”.

La tre giorni Economy of Francesco sarà occasione per stipulare insieme un impegno a cambiare l’economia e il suo sistema.
Mettere l’uomo e la terra su cui vive al centro di ogni discorso economico, spazzando via l’idea di profitto a scapito di ambiente e individui è un passo che siamo tutti chiamati a fare necessariamente. Oggi il nostro ecosistema ha influenza sulle nostre condizioni di vita ma anche sulle aspirazioni a una giustizia più equa e a una libertà più vera.

Caduto quasi nel vuoto, o quasi, l’appello a governanti a mutare i modelli di crescita che non tutelano ambiente, vita, lavoro, famiglia nel presente e, purtroppo, anche in prospettiva futura, tocca ai giovani economisti tra i 25 e i 35 anni, che nel pensiero di papa Francesco, devono mettere mano alla casa comune quasi fosse una Porziuncola da ripristinare, con un forte impegno a “ rivedere i nostri schemi mentali e morali, perché siano più conformi ai comandamenti di Dio e alle esigenze del bene comune”. Per il papa i giovani sono speranza di futuro e le istituzioni dove studiano sono i “cantieri di speranza” dove apprendere e proporre nuovi e più giusti stili di vita.

L’incontro di Assisi, sancirà quindi un patto nuovo con più di 500 giovani economisti, che s’impegneranno ad assumere e portare nel presente una visione economica e della vita in linea con un nuovo Umanesimo orientato all’uomo e al disegno di Dio. Insieme ai migliori studiosi e cultori della scienza economica e agli imprenditori che hanno risposto sì a una economia realmente sostenibile si getteranno le basi per un futuro  migliore.

Il prof. Luigino Bruni, economista e ordinario LUMSA, che dell’evento “Economy of Francesco” è direttore scientifico del Comitato organizzatore dell'evento, composto dalla Diocesi di Assisi, dal Comune di Assisi, dall’Istituto Serafico di Assisi e da Economia di Comunione, ha già provveduto ad invitare a nome di papa Francesco economisti e imprenditori più in linea con la visione del mondo francescana, (intesa come quella del papa e del santo di Assisi). Le loro testimonianze potranno proporre ai giovani che verranno nella cittadina umbra modelli di cambiamento già testati ed efficaci e utili ad aver cura dell’ Oikos, la “casa comune” con una Oikonomia diversa, una “regolazione della casa” stavolta portatrice di benessere, felicità e salvezza universale. “È iniziata un’era nuova” dichiara il prof. Bruni “perché è entrato nella sfera pubblica il pensiero dei ragazzi. E i giovani sono già dentro il cambiamento”, una assoluta novità in un Novecento e in un inizio di terzo millennio caratterizzati dalla staticità.

La lettera-invito del papa
Il sito
Il comunicato stampa

Pubblicato il 15/05/19 in : IN EVIDENZA
Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di