Sei in: Home » Eventi » The crisis of confidence in legislation

The crisis of confidence in legislation

venerdì 25 Ottobre 2019
ore 9.00
Sala Capitolare della biblioteca del Senato - Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva
Piazza della Minerva, 38 – Roma

Le università Luiss, LUMSA e Roma Tre, insieme all’Istituto Luigi Sturzo, organizzano nella Sala capitolare della biblioteca del Senato della Repubblica (Piazza della Minerva, 38 – Roma), la conferenza annuale della International Association of Legislation (IAL), associazione che riunisce accademici e cultori degli studi in materia di legislazione, in Europa e nel mondo.
La conferenza si tiene in Italia dopo 25 anni dal secondo incontro dell’allora European Association of Legislation, ed è patrocinata dal Senato della Repubblica e dal Parlamento europeo. I rispettivi presidenti, Maria Elisabetta Alberti Casellati e David Sassoli, hanno fatto pervenire messaggi di apprezzamento. Partecipa anche il presidente del Consiglio di Stato, Filippo Patroni Griffi.
 
"Il tema della conferenza è stato scelto – spiegano gli organizzatori – perché ‘la crisi di fiducia nella legislazione' è tema istituzionale di massimo rilievo ma pressoché assente dal dibattito pubblico. La fiducia è, invece, determinante per il buon funzionamento dei mercati e delle istituzioni, anzi il ritardo dell'Italia si spiega anche come crisi di fiducia: inflazione legislativa, alto contenzioso, continue modifiche delle norme, burocrazia oppressiva, controlli dispendiosi e inefficaci, inadempimento diffuso e tollerato, condotte di elusione, generano per cittadini e imprese alti costi e un contesto di insicurezza giuridica, in cui le norme non sono certe e la loro attuazione amministrativa non è prevedibile".
"Indicatori internazionali mostrano che, tra le democrazie mature, l'Italia segna più gravemente il passo, la crisi di fiducia è transitata dalle istituzioni al tessuto sociale e ha ingessato l'economia. Per ricostruire fiducia nella legislazione, la conferenza indica alcune piste, tra cui la qualità dell’istruttoria normativa (per adottare meno regole ma migliori), il ruolo cruciale dei Parlamenti e, soprattutto, una maggiore attenzione istituzionale all’attuazione amministrativa delle leggi.
Riflettere su tutto questo diventa particolarmente significativo in tempi di 'coperta corta' e in piena sessione di bilancio per il 2020. Ovviamente, purché il confronto politico sia oggi in grado di andare oltre una prospettiva di breve periodo".

Intervengono
Nicola Antonetti (Istituto Luigi Sturzo); Ulrich Karpen (Università di Amburgo); Maria De Benedetto (Università Roma Tre); Jose Esteve Pardo (Università di Barcellona); Helen Xantaki (University College London); João Tiago Silveira (Università di Lisbona); Elena Griglio (Senato della Repubblica); Claudio M. Radaelli (University College London); Nicoletta Rangone (Università LUMSA); Cary Coglianese (Pennsylvania University); Nicola Lupo (Università Luiss); Manuela Guggeis (Consiglio europeo); Patricia Popelier (Università di Anversa); Giovanni Rizzoni (Camera dei Deputati); Filippo Patroni Griffi (presidente Consiglio di Stato); Carla Barbati (Associazione italiana professori di diritto amministrativo); Luigi Carbone (Consiglio di Stato); Florentin Blanc (Ocse); Bernardo G. Mattarella (Università Luiss); Wim Voermans (Università di Leiden).

Foto Wikipedia

Pubblicato il 25/10/19 in : IN EVIDENZA
Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di