Sei in: Home » Ricerca » Gruppi di ricerca » Gruppi di ricerca » Organizzazioni ibride e creazione di valore nei rapporti impresa, consumatore e territorio. Modelli ed esperienze nella filiera agroalimentare

Organizzazioni ibride e creazione di valore nei rapporti impresa, consumatore e territorio. Modelli ed esperienze nella filiera agroalimentare

Componenti
Prof.ssa Laura Michelini – Coordinatore (LUMSA)
Dott.ssa Camilla Barbarossa (LUMSA)    
Prof.ssa Paula Benevene (LUMSA)
Dott. Filippo Giordano (LUMSA)
Prof.ssa  Angela Mariani (LUMSA)
Dott.ssa Cecilia Grieco          
Dott.ssa Lucia Dal Negro (DeLAB)

Obiettivi della ricerca
La ricerca di una risposta concreta ed efficace ai problemi di sostenibilità, nel contesto economico globale attuale, ha condotto alla nascita e alla diffusione di nuove forme organizzative e di governance e in questo contesto si inseriscono le hybrid organizations.
Le organizzazioni ibride impiegano un modello di business mission-centered che fa uso degli strumenti tipici delle imprese for-profit per raggiungere obiettivi sociali e ambientali. Le hybrid organizations generano reddito attraverso modalità coerenti con le logiche commerciali ma, allo stesso tempo,  perseguono obiettivi di tipo sociale ed ecologico che normalmente caratterizzano i modelli non-profit.
Il tema delle hybrid organizations è piuttosto recente e la maggior parte dei contributi offerti dalla teoria di settore si limitano a definire e descrivere le caratteristiche del modello di business. Mancano degli studi volti a identificare e analizzare quali sono le sfide e le dimensioni critiche che le organizzazioni devono gestire quando decidono, per scelta propria o perché il contesto lo impone, di adottare la struttura ibrida.
Quando, infatti, un’organizzazione persegue una missione orientata al sociale e opera attraverso logiche di tipo commerciale, crea una combinazione di obiettivi operativi atipica, per i quali è necessario un accurato bilanciamento al fine di evitare un eccesso di attenzione verso i profitti che porta inevitabilmente ad un  deterioramento dell’output sociale.
Il macro-obiettivo del progetto di ricerca è quello di evidenziare nell’ambito delle relazioni con i lavoratori, i clienti e la comunità le dimensioni critiche di gestione e i fattori di successo che possono condurre ad incrementare le potenzialità di creazione di valore da parte delle imprese ibride.
Il presente progetto di ricerca nasce quindi dalla volontà di proporre una lettura integrata del fenomeno attraverso quattro prospettive di indagine (impresa, clienti, lavoratori e comunità) che richiedono competenze di studio specifiche.
Il macro obiettivo sopra descritto può essere suddiviso nei seguenti obiettivi operativi:

  1. identificazione dei modelli di governance e assetti organizzativi (prospettiva dell’impresa);
  2. identificazione delle scelte strategiche, dei fattori critici di successo nello sviluppo dei modelli ibridi e ruolo dell’innovazione (prospettiva dell’impresa);
  3. analisi dell’engagement lavorativo nelle organizzazioni ibride (prospettiva dei lavoratori);  
  4. analisi del ruolo del consumatore nello sviluppo e diffusione di modelli organizzativi ibridi e pratiche di consumo (prospettiva del cliente);
  5. analisi dei modelli di rendicontazione ambientale e sociale delle organizzazioni ibride e sviluppo di un modello/set di indicatori con un focus sul food wastage (prospettiva della comunità)   
     
Corsi di Laurea Master e Post Laurea