Sei in: Home » Corsi » LUMSA Master School » Master I livello » Formazione dell'esperto nelle relazioni familiari. La tutela dei nuclei familiari fragili
Contattaci per altre informazioni

Formazione dell'esperto nelle relazioni familiari. La tutela dei nuclei familiari fragili

A.A. 2017-2018

Registrazione anagrafica on line

Domanda di iscrizione

 

Tipologia corso
Master universitario di primo livello

Titolo corso
Formazione dell'esperto nelle relazioni familiari. La tutela dei nuclei familiari fragili

Dipartimento
Scienze umane

Direttori
Prof.ssa Daniela Barni, prof. Folco Cimagalli, prof.ssa Maria Cinque

Referente relazioni istituzionali
Dott.ssa Tiziana Di Tullio
e-mail: tizianaditullio70@gmail.com

Comitato scientifico
Prof.ssa Daniela Barni, dott. Federico Bianchi di Castelbianco, prof. Folco Cimagalli, prof.ssa Maria Cinque, dott.ssa Tiziana Di Tullio, avv. Catia Pichierri, prof.ssa Nicoletta Rosati.

Patrocini
Il master ha ottenuto il patrocinio di: Consiglio Nazionale Forense (CNF), Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali (CNOAS), Associazione Pedagogica Italiana (ASPEI).

Requisiti di ammissione
Laurea triennale, Laurea magistrale oppure Laurea specialistica oppure Laurea ante DM 509/1999 (vecchio ordinamento) o altro titolo di studio universitario conseguito all’estero riconosciuto idoneo.

Profilo professionale
Esperto nella tutela dei nuclei familiari fragili con minori, nelle aree di intervento giuridico, psicologico ed educativo. Le competenze professionali acquisite permetteranno di operare per la tutela dei minori e il sostegno alla genitorialità (anche attraverso una rivalorizzazione della continuità relazionale come diritto e risorsa per lo sviluppo del minore) in ambiti lavorativi quali i tribunali ordinari, i servizi sociali e le comunità di tipo familiare.

Obiettivo del Master
Il Master, organizzato in collaborazione con l’Istituto di Ortofonologia e l’Associazione Rete Sociale APS, intende sviluppare le competenze necessarie per rilevare, gestire e riparare il fenomeno dei conflitti intra-familiari nell’ottica di favorire il sostegno domiciliare e prevenire l’allontanamento dei minori dal nucleo familiare di origine. Esso mira a creare esperti nella relazione d’aiuto familiare, nel sostegno genitoriale, nella gestione della conflittualità e nel Problem Solving progettuale.
Il Master, articolato in moduli in presenza e in moduli online, fornirà un modello di azioni interdisciplinari utili alla formazione professionale in équipe degli operatori impegnati nel trattamento dei nuclei familiari fragili sotto diversi profili, sia psicologici e pedagogici che sociali e giuridici, andando ad esaminare anche le dinamiche processuali e le tecniche di valutazione che vedono coinvolte le famiglie e i minori. Esso pertanto rappresenta uno spazio professionale e professionalizzante per l’aggiornamento e il confronto tra operatori nel campo della tutela minorile con la guida di accademici ed esperti del settore che illustreranno come approcciare situazioni familiari multiproblematiche, sia dal punto di vista relazionale che procedurale.
Tra i risultati attesi dal Master vi è la promozione non solo di protocolli di collaborazione a livello locale, ma percorsi operativi congiunti rivolti a tutte le categorie interessate.

Perché scegliere questo Master?

  • Perché fornisce ai professionisti, che a vario titolo lavorano nei processi di cura, assistenza, soccorso e difesa legale delle famiglie e dei soggetti in esse più vulnerabili (i figli minori), metodi innovativi per l’elaborazione di strategie funzionali a prevenire e ridurre il disagio del minore.
  • Perché propone, in accordo con gli orientamenti psico-pedagogici più recenti, una prospettiva di intervento preventivo-promozionale, di attivazione e di arricchimento delle risorse per la prevenzione e la riparazione del danno.
  • Perché coinvolge docenti ed esperti che hanno ampia esperienza di studio e ricerca, ma soprattutto lavorano “sul campo” e che riescono quindi a coniugare teoria e pratica, questioni etiche e operative.
  • Perché la modalità blended (moduli in presenza + moduli online) consente di gestire una buona parte del percorso lontano dalla sede, rendendolo così compatibile con un impegno lavorativo.
  • Perché offre percorsi di tirocinio personalizzati, per un apprendimento esperienziale e supervisionato, nell’ambito di importanti realtà territoriali che si occupano di tutela minorile.
  • Perché la formazione specialistica, che esso offre, genera opportunità di crescita professionale e maggiori sbocchi lavorativi.

Destinatari
Avvocati, magistrati, operatori dei servizi sociali, psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, neuropsichiatri infantili, pedagogisti, sociologi, insegnanti, counselor, mediatori, educatori domiciliari e operatori dei centri di ascolto e di accoglienza che si occupano di minori e famiglie in difficoltà. Inoltre: dirigenti pubblici impiegati alle politiche sociali, medici di base e pediatri.

Contenuti del Master

  • Il riconoscimento e la segnalazione del disagio;
  • La valutazione e la presa in carico (migliorare il processo di valutazione psicologica del nucleo familiare; garantire il coordinamento e la sinergia/patto tra i soggetti deputati alla tutela);
  • L’iter giudiziale e la prassi dell’allontanamento del minore dalla famiglia di origine;
  • L’ascolto del minore;
  • La relazione con la famiglia fragile: promozione delle risorse, mediazione familiare e riparazione del danno.

Struttura

  • Numero massimo di partecipanti: 60
  • Numero minimo di partecipanti: 20
  • Ore complessive di formazione 1500 così ripartite:
    lezioni frontali: 400 ore (di cui 280 in presenza e 120 a distanza)
    laboratori e project work finale: 350 ore di formazione pratica mediante esercitazioni, basate su una casistica significativa di esperienze, e un progetto finale che richiederà l’approfondimento e l’applicazione operativa delle competenze acquisite;
    tirocinio/stage: 250 ore
    studio individuale: n. ore 500
  • Verifiche scritte: al termine di ciascuno dei tre moduli (vedi la sezione Programma) è prevista una prova di verifica
  • Modalità di erogazione della didattica: blended/mista
  • Lingua della didattica: italiano

Programma
MODULO 1
Strumenti giuridici di tutela della famiglia e del minore a rischio evolutivo (160 ore, 18 CFU)
1. Procedure e strumenti di protezione del minore

  • Il diritto all’amore del minore e la sua tutela;
  • L’evoluzione del concetto di unicità dello Status Filiationis;
  • L'ascolto del minore: buone prassi;
  • Mediazione e tutela dei diritti indisponibili;
  • Buone prassi per una giustizia mite;
  • L'utilizzo del concetto di “giudizio di inadeguatezza genitoriale” nel processo di valutazione del disagio;
  • La tutela giuridica del bambino conteso;
  • L'affidamento intra ed etero familiare;
  • La responsabilità genitoriale. Ruolo e competenze del tutore nell’ ipotesi di sospensione dalla responsabilità genitoriale;
  • Buone prassi giudiziarie e psicosociali in favore della bigenitorialità e di contrasto all’alienazione parentale;
  • L’ intervento della pubblica autorità come strumento di protezione del minore;
  • L’accoglienza in strutture del minore allontanato temporaneamente e il progetto a supporto della famiglia fragile;
  • La formazione dell’avvocato di famiglia tra regole processuali e deontologiche;
  • Lo sviluppo delle competenze genitoriali nei percorsi di formazione della famiglia adottiva;
  • Affidamento ed adozione alla luce del concetto di continuità affettiva;
  • Verso una nuova disciplina dei tempi di frequentazione nella famiglia divisa;
  • La conflittualità genitoriale e tutela dei figli nell’ ambito dei procedimenti giudiziari.

2. Diritto e procedura penale. Il minore vittima e autore di reato

  • Il processo penale minorile;
  • La giustizia riparativa;
  • Reati intrafamiliari;
  • L’abuso sessuale ai danni di minori;
  • L'ascolto in sede penale delle vittime minori di età.

3. La tutela dei diritti dei minori nel contesto europeo

  • La tutela dei minori nelle carte internazionali;
  • Il sistema di protezione collettiva dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.
  • Diritto e procedura avanti la CEDU;
  • Il diritto al rispetto della vita privata e familiare alla luce dell’interesse del minore;
  • L’Ombudsman: modelli a confronto;
  • Autorità Garante nazionale dell’Infanzia e Adolescenza. Caratteristiche e funzioni.

MODULO 2
Dalla tutela del minore alla tutela della famiglia (120 ore, 12 CFU)
1. Traiettorie evolutive in bambini con sviluppo tipico e a rischio

  • I fattori di rischio. Come riconoscere i segnali del disagio;
  • I meccanismi della relazionalità e dell’attaccamento: fattori di rischio e dinamiche evolutive;
  • Eventi stressanti, esperienze traumatiche e implicazioni per lo sviluppo;
  • Disturbi comportamentali;
  • Processi di regolazione e disregolazione affettiva;
  • Il bambino maltrattato in famiglia;
  • La prevenzione e gli interventi in età evolutiva in contesti di tutela psicologica giuridica.

2. Famiglie fragili: conoscerne le sfide e riconoscere le risorse

  • La famiglia con figli minori: compiti di sviluppo e competenze genitoriali;
  • Forme di fragilità e vulnerabilità delle famiglie con figli minori
  • Il rischio nelle relazioni familiari: opportunità o pericolo?
  • Psicopatologia genitoriale e implicazioni per lo sviluppo;
  • La conflittualità coniugale, la violenza assistita e le conseguenze psicologiche sul minore;
  • Le famiglie fragili incontrano la scuola: quale formazione per gli insegnanti?
  • Riscoprire le risorse: la psicologia positiva nel lavoro con le famiglie;
  • Le famiglie “accoglienti”: affido e adozione;
  • Dalla colpevolizzazione alla riparazione del danno;
  • Buone pratiche nei servizi/interventi: tra valutazione e valorizzazione.

MODULO 3
Strumenti e interventi psicosociali ed educativi a tutela e promozione del minore e dei suoi legami familiari (120 ore, 12 CFU)
1. L'organizzazione dei servizi socio-sanitari e socio-educativi: funzioni e competenze

  • Aspetti valoriali della professione dell’assistente sociale;
  • La diagnosi sociale nell’indagine socio-famigliare in ambito minorile: il procedimento metodologico;
  • Analisi dei rischi professionali e individuazione degli strumenti di compensazione/eliminazione del rischio: il rapporto con la famiglia, l'Autorità Giudiziaria e il privato sociale;
  • Fattori di protezione per una valutazione adeguata e partecipata: il lavoro in equipe;
  • L’educatore domiciliare: un ponte tra servizi e famiglie;
  • La relazione d’aiuto familiare, il sostegno genitoriale nella conflittualità;
  • L’educatore familiare e il problem solving progettuale;
  • Gli strumenti della pedagogia familiare.

2. Gli strumenti della tutela

  • La CTU psicologico-psichiatrica: compiti e limiti dell’esperto;
  • L’affidamento del minore al servizio sociale alla luce delle recenti linee guida dell’ordine nazionale dei servizi sociali;
  • La coordinazione genitoriale;
  • I gruppi di parola per figli di famiglie separate;
  • Lo spazio neutro;
  • I consultori familiari;
  • Il lavoro di rete e la multidisciplinarietà;
  • Il patto educativo: elaborazione e monitoraggio del progetto di sostegno alle famiglie;
  • Il tutore, il curatore speciale, l’avvocato del minore: compiti e funzioni;
  • Il mediatore multiculturale.

Docenti
Tra i docenti:
Dott.ssa Paola Accardo (Co-agente del Governo italiano presso la Corte Europea di Strasburgo e dell'on. Silvia Costa Europarlamentare);
Dott.ssa Filomena Albano (Autorità Garante Nazionale per l' Infanzia e l'Adolescenza, magistrato, giudice del tribunale di Roma , I sezione civile);
Prof. Dario Arkel (Docente di Pedagogia Sociale, Università degli Studi di Genova);
Prof.ssa Daniela Barni (Psicologa e Professore Associato di Psicologia Sociale, LUMSA);
Prof. Cesare Massimo Bianca (Professore Straordinario di Diritto Civile, Università “La Sapienza”);
Dott. Federico Bianchi di Castelbianco (Psicoterapeuta dell'età evolutiva e Direttore IdO);
Dott.ssa Roberta Bruzzone (Criminologa e psicologa forense);
Prof. Marco Cacioppo (Psicoterapeuta e Professore Associato di Psicologia Clinica e Dinamica, LUMSA);
Prof. Giovanni Battista Camerini (Neuropsichiatra infantile e Ctu del Tribunale, Docente presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia);
Dott.ssa Irene Gentile Brown (Giurista della Corte Europea di Strasburgo);
Avv. Paolo Camporini (Presidente della Camera Penale di Como e Lecco e Avvocato penalista specializzato);
Prof.ssa Chiara Caprini (Docente LUMSA, Area Servizio Sociale);
Prof. Vincenzo Caretti (Psicoterapeuta e Professore di Psicologia Dinamica, LUMSA);
Prof. Luigi Ciaurro (Professore a contratto di diritto parlamentare, LUMSA);
Prof. Folco Cimagalli (Sociologo e Professore Associato di Sociologia Generale, LUMSA, Presidente della Fondazione Roma Solidale Onlus);
Prof.ssa Maria Cinque (Pedagogista e Professore Associato di Didattica e Pedagogia Speciale, LUMSA);
Dott. Paolo Cioni (Psichiatra e Ctu del Tribunale);
Dott.ssa Novella de Angelis (Psicoterapeuta);
Avv. Alfredo De Francesco (Professore a contratto presso la SSPL dell’Università degli Studi di Milano);
Prof.ssa Simona De Stasio (Psicoterapeuta e Ricercatore di Psicologia dello Sviluppo, LUMSA);
Dott.ssa Magda Di Renzo (Psicoterapeuta dell'età evolutiva e Responsabile servizio terapie IdO);
Prof.ssa Caterina Fiorilli (Psicologa e Professore Associato di Psicologia dello Sviluppo, LUMSA);
Dott.ssa Barbara Frateiacci (Ufficio Legale IdO);
Avv. Chiara Ingenito (Avvocato esperto di diritto di famiglia e Dottoranda di ricerca in diritto pubblico);
Prof. Anton Giulio Lana (Avvocato cassazionista, mediatore familiare, esperto nell’ambito dei ricorsi avanti alla Cedu per la tutela dei diritti umani, Docente di Tutela Europea dei Diritti Umani, Università “La Sapienza”);
Prof.ssa Nicoletta Marini (Docente LUMSA, Area Servizio Sociale);
Avv. Alessia Marzoli (Avvocato esperto di diritto di famiglia);
Avv. Maria Masi (Avvocato civilista e cassazionista esperto di tutela europea dei diritti umani, consigliere del Consiglio Nazionale Forense);
Prof.ssa Marina Minnella (Docente di Diritto Penale, LUMSA);
Prof.ssa Loredana Paradiso (Psicologa clinica e di comunità, psicopedagogista e docente di alta formazione);
Avv. Catia Pichierri (Avvocato cassazionista esperto nei procedimenti avanti al Tribunale per i Minorenni, mediatrice familiare);
Dott.ssa Maria Francesca Pricoco (Presidente del Tribunale per i minorenni di Catania);
Dott.ssa Fabiola Riccardini (Funzionario ISTAT);
Prof.ssa Nicoletta Rosati (Ricercatore di Didattica e Pedagogia Speciale, LUMSA);
Prof.ssa Rosa Rosnati (Psicologa e Professore Ordinario di Psicologia Sociale, Università Cattolica di Milano);
Avv. Maria Giovanna Ruo (Avvocato esperto in diritto di famiglia e Presidente dell’Associazione "Il Cammino - camera nazionale avvocati per la famiglia e i minorenni");
Prof.ssa Roberta Scagliarini (Psicoterapeuta, Giudice Onorario al Tribunale per i Minorenni di Bari e Docente di Neuropsicologia dello Sviluppo, LUMSA);
Prof.ssa Melania Scali (Psicologa giuridica, psicoterapeuta e mediatrice familiare, Docente presso l’Università “La Sapienza”);
Dott. Bruno Tagliacozzi (Psicoterapeuta IdO, esperto nel Counseling genitoriale);
Prof. Roberto Thomas (già magistrato al Tribunale per i Minorenni di Roma ed oggi Docente di criminologia, Università “La Sapienza”);
Prof. Fabio Valerini (Avvocato cassazionista, Docente accreditato presso il Ministero della Giustizia per i corsi di Mediatore civile e commerciale e Responsabile scientifico di un organismo di mediazione);
Dott.ssa Elena Vanadia (Neuropsichiatra infantile IdO);
Dott.ssa Paola Vichi (Psicoterapeuta dell'età evolutiva e Logopedista IdO).

Project Work
Come prova finale del percorso è prevista la realizzazione di un project work, che potrebbe essere realizzato anche in collaborazione con i Partners del progetto: l’Istituto di Ortofonologia e l’Associazione Rete Sociale APS.

Stage
È previsto un percorso obbligatorio di stage, fondamentale al rilascio del titolo del Master. Lo stage sarà svolto presso i tribunali ordinari (Sezione Famiglia), i servizi sociali o altri luoghi affini opportunamente individuati e preventivamente concordati con l'ente ospitante.
Per coloro impegnati in attività professionali, lo stage potrà essere svolto nell’ambito della propria attività lavorativa, previa valutazione (da parte del Comitato Scientifico del Master) della congruità dell’esperienza così svolta con le finalità del Master.

Sede
LUMSA, Borgo S. Angelo 13 - Roma

Durata
Annuale

Periodo
Inizio lezioni: novembre 2017

Orario
Le lezioni in presenza si svolgeranno il venerdì pomeriggio e il sabato, con cadenza generalmente quindicinale.

Iscrizioni
Data scadenza: venerdì 20 ottobre 2017

Modalità di presentazione della domanda
La domanda di iscrizione, corredata dai documenti richiesti, dovrà essere inviata al seguente indirizzo di posta elettronica: perfezionamento@lumsa.it oppure masterschool.lumsa@pec.it.
Le domande che perverranno per posta elettronica non certificata saranno ritenute valide solo se si riceverà conferma di ricezione dalla Segreteria Master e Post Laurea.

Documenti da allegare alla domanda:

  • Copia di un documento valido di riconoscimento e del codice fiscale.
  • Autocertificazione del titolo universitario conseguito debitamente sottoscritta oppure del relativo certificato con l’indicazione del voto di laurea. Se in possesso di titolo di studio conseguito all'estero è necessario allegare alla domanda di iscrizione il titolo finale in originale (o copia conforme), la sua traduzione in lingua italiana e la Dichiarazione di valore o l’attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC. L’iscrizione resta subordinata alla valutazione della idoneità del titolo da parte degli organi accademici.
  • Copia della ricevuta del pagamento della quota da versare all’atto dell’iscrizione (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Master) da versare mediante bonifico bancario a favore di
    LUMSA - UBI Banca S.p.A.
    Codice IBAN IT 57 B 03111 03226 000000005620

    (nella causale specificare  il proprio nome e cognome e il titolo del Master).
    Le tasse di iscrizione restano al di fuori del campo di applicazione IVA, pertanto, non potrà essere rilasciata alcuna fattura.
  • Stampa della ricevuta della Registrazione anagrafica sul sito della LUMSA: http://www.lumsa.it/didattica_master_servizionline (non occorre per i laureati LUMSA).
  • La propria foto in formato JPEG che abbia le seguenti caratteristiche: recente, con una larghezza di 35-40 mm, con un inquadramento in primo piano di viso e spalle, a fuoco e nitida; di alta qualità, su sfondo chiaro e a tinta unita, max 5 MB.

L’iscrizione è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, Master, Corsi di perfezionamento, Scuole di specializzazione e Dottorati.
In caso di eventuale rinuncia non si ha diritto alla restituzione delle rate pagate. La rinuncia non esonera dal pagamento dell’intero ammontare della quota di iscrizione.

Borse di studio
La LUMSA mette a disposizione una borsa di studio a copertura totale del costo di partecipazione per un/una candidato/a interessato/a a svolgere durante il percorso incarichi di tutorship d’aula (gestione operativa dell'aula e monitoraggio dell'andamento del Master).
La selezione avverrà tramite le modalità definite con apposito Bando pubblicato sul sito www.lumsa.it.

Quota di iscrizione e modalità di pagamento
Costo: € 2540 (€2.000 per i dipendenti e gli associati di Rete Sociale e dell'Istituto di Ortofonologia IdO)

All’atto dell’iscrizione: € 556,00 comprensiva dell’imposta di bollo virtuale e della quota di iscrizione di € 40,00 (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Master. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).

  • I rata: € 1.000,00 entro 1 mese dall’attivazione del Master
  • II rata: € 1.000,00 entro 2 mesi dall’attivazione del Master (€500 per i dipendenti e gli associati di Rete Sociale e dell'Istituto di Ortofonologia IdO)
     

Iscrizione a singoli moduli

  • Modulo 1 (Strumenti giuridici di tutela della famiglia e del minore a rischio evolutivo).
    Costo € 990,00

    All’atto dell’iscrizione: € 1006,00 comprensiva dell’imposta di bollo virtuale e della quota di iscrizione di € 40,00 (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Modulo. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).
  • Modulo 2 (Dalla tutela del minore alla tutela della famiglia).
    Costo € 890,00

    All’atto dell’iscrizione: € 906,00 comprensiva dell’imposta di bollo virtuale e della quota di iscrizione di € 40,00 (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Modulo. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).
  • Modulo 3 (Strumenti e interventi psicosociali ed educativi a tutela e promozione del minore e dei suoi legami familiari).
    Costo € 890,00

    All’atto dell’iscrizione:  € 906,00 comprensiva dell’imposta di bollo virtuale e della quota di iscrizione di € 40,00 (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Modulo. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).

L’iscrizione a singoli moduli e il superamento di una prova intermedia consentono l’acquisizione dei relativi CFU.

La rateizzazione della quota d’iscrizione è solo un’agevolazione concessa allo studente: pertanto, l’eventuale rinuncia non esonera dal pagamento dell’intero ammontare della quota.
L’iscrizione deve essere pagata tramite bonifico bancario a:
LUMSA - UBI Banca S.p.A.
Codice IBAN IT 57 B 03111 03226 000000005620

(nella causale specificare il proprio nome e cognome e il titolo del Master).

Le rate successive dovranno essere pagate tramite bollettino MAV presso qualsiasi banca.
Il MAV sarà scaricabile dall’area riservata on-line dello studente. Le copie delle ricevute dei bonifici effettuati devono essere inviate a: perfezionamento@lumsa.it

La previsione delle spese a carico dei soggetti partecipanti sono a titolo di contributo esclusivamente finalizzato alla copertura delle spese inerenti l’iniziativa.

Titolo rilasciato
Master di primo livello in Formazione dell'esperto nelle relazioni familiari. La tutela dei nuclei familiari fragili (il conseguimento è subordinato alla frequenza non inferiore all’80% delle lezioni).
Il Master attribuisce 60 Crediti Formativi Universitari.

Informazioni
Informazioni didattiche
Daniela Barni
e-mail: d.barni@lumsa.it
Maria Cinque
e-mail: m.cinque1@lumsa.it

Informazioni amministrative
Segreteria Master e Post Laurea
Tel. 06/68.422.467
perfezionamento@lumsa.it
masterschool.lumsa@pec.it

Corsi di Laurea Master e Post Laurea