Sei in: Home » Ateneo » La nostra storia » Direttori e Rettori » Cornelio Fabro

Cornelio Fabro

Direttore del Magistero dal 1954 al 1956

Cornelio Fabro è stato il secondo Direttore del Magistero Maria Ss. Assunta. Friulano, è stato uno dei massimi esponenti del pensiero neoscolastico in Italia.

Nato a Talmassons (Udine) nel 1911, Cornelio Fabro si forma presso la Pontificia Università Lateranense di Roma, dove si laurea nel 1931 in Filosofia. Nel 1935 entra nella Congregazione dei Padri Stimmatini e viene ordinato sacerdote.

Consegue il dottorato in Teologia presso la Pontificia Università "Angelicum" nel 1937 con una dissertazione che verrà pubblicata due anni dopo con il titolo La nozione metafisica di partecipazione secondo San Tommaso, uno studio da molti ritenuto fondamentale per la comprensione del pensiero tomista.

Dal 1939 insegna presso varie Università pontificie e italiane. Giunge al Magistero Maria Ss. Assunta nel 1954, come docente di Filosofia teoretica e Direttore, carica che ricopre per un biennio.

Gli incarichi di prestigio e le molte citazioni per i suoi lavori su Spinoza, Rahner e Kierkegaard non hanno mai cambiato la sua indole riservata e modesta: per tutta la vita Cornelio Fabro ha continuato a impegnarsi come sacerdote presso la Parrocchia romana di Santa Croce al Flaminio.

Cornelio Fabro è stato Direttore del Magistero dal 1954 al 1956. È morto a Roma il 4 maggio 1995.

L'11 aprile 2002 nasce il «Progetto Culturale Cornelio Fabro» per volere del Superiore Generale dell’Istituto del Verbo Incarnato, padre Carlos Miguel Buela, con lo scopo di conservare e diffondere il pensiero e le opere di Cornelio Fabro.

Nel corso della sua vita, durante il quale ha fondato il primo Istituto in Europa di Storia dell’Ateismo (Pontificia Università Urbaniana) ed è stato socio fondatore della Società Internazionale Tommaso D’Aquino e del Centro Italiano di Studi Kierkegaardiani, Cornelio Fabro fu omaggiato con i seguenti titoli:

  • Commendatore al merito della Cultura - 1957;
  • Medaglia d’oro di Prima Classe dal Presidente della Repubblica - 1964;
  • Medaglia d’oro della Cultura (Regione Friuli-Venezia Giulia) - 1968;
  • Medaglia d’oro del «Centro S. Domenico» (Bologna);
  • Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana - 1986;
  • Medaglia d’oro al merito della cultura cattolica - 1989;
  • Medaglia d’oro al merito della cultura dalla LUMSA - 1990.


Per approfondimenti:
Dizionario di filosofia Treccani
Progetto Culturale
Profilo su Wikipedia

Corsi di Laurea Master e Post Laurea